Il Day-After… del campionato. Ecco un primo bilancio in casa giallorossa…

Si è chiusa ieri pomeriggio intorno alle 17 la stagione regolare di questo avvincente campionato di serie B. Brescia e Lecce meritatamente hanno raggiunto dalla porta principale la massima serie, mentre Carpi, Padova e Foggia ritornano nell’inferno della serie C. Ovviamente poi per alcune squadre la stagione non finisce qua, ma continua con la coda dei play-off e dei play-out. Questi i verdetti emessi dal terreno di gioco, ma purtroppo si resta ancora in attesa di altri verdetti, quelli relativi a ricorsi e deferimenti che tengono in particolar modo col fiato sospeso Foggia e Palermo, ma non solo.

I pugliesi freschi di retrocessione al photofinish sperano nell’accoglimento del ricorso relativo alla richiesta di riduzione della penalizzazione che potrebbe restituire ai Satanelli almeno un punto che significherebbe non più retrocessione diretta, ma play-out col Venezia a discapito della Salernitana che si ritroverebbe inesorabilmente in serie C. Sul fronte rosanero invece, tra domani e martedì il TFN emetterà la sentenza di primo grado sul deferimento del Palermo e del suo ex patron Zamparini, sentenza che potrà diventare esecutiva solo dopo l’appello, previsto nei dieci giorni successivi. La Procura Federale ha richiesto per i rosanero addirittura la retrocessione in serie C e fare oggi delle previsioni sull’esito della sentenza sarebbe solo un azzardo.

Quindi in soldoni, si va verso lo spostamento delle date relative ai play-off i cui quarti erano stati previsti per il 17 e 18 maggio. Detto ciò, appare evidente che tante squadre restano in trepida attesa per conoscere quale sia il loro destino in questo prossimo futuro. E tra queste vi è anche il Benevento di Bucchi, che forte dei suoi 60 punti e del suo quarto posto, che a questo punto potrebbe diventare anche terzo, aspetta di conoscere quando e con chi giocarsi le gare di andata e ritorno della semifinale play-off.

I giallorossi hanno chiuso la stagione andando addirittura a rovinare la festa alla capolista Brescia in un Rigamonti vestito di biancoazzurro. Una vittoria nel segno di Gori ed Armenteros, ma che ha confermato il più che buono stato di salute generale di cui godono Maggio e compagni. Ma non solo la buona condizione fisica fa ben sperare la torcida giallorossa in vista della fase finale, ma anche la maturità raggiunta con il passare dei mesi dalla truppa di Bucchi. Un Benevento che ha avuto un processo di crescita sia tecnico che mentale e che oggi sembra aver trovato anche il giusto equilibrio tattico con il 4-3-1-2 che assicura filtro, ma soprattutto diverse soluzioni in fase offensiva.

In settimana poi Bucchi potrebbe ritrovarsi quasi tutta la rosa a disposizione per il rush finale ed anche questa è un’ottima notizia visto che molto probabilmente i tempi tra una gara e l’altra nei play-off saranno molto ridotti. Insomma ogni tassello sembra andare al posto giusto, ma poi ovviamente ci saranno le avversarie, forti e agguerrite che tenteranno di sovvertire i pronostici, che almeno dalla classifica vedono favorite Palermo e Benevento quali formazioni più accreditate per  una eventuale finale.

Cosa dovrà evitare il Benevento? Sicuramente gli errori individuali, di deconcentrazione che in molti casi sono stati determinanti in alcune gare chiave del campionato, non ultima quella casalinga proprio con il Palermo. Nei play-off la concentrazione mentale varrà tanto quanto la forza nelle gambe. Ed infine toccherà blindare il Vigorito; cinque sconfitte tra le mura amiche sono sicuramente eccessive per una squadra che vuole ambire al salto di categoria. Blindarlo sia fuori che dentro questo dovrà essere l’obiettivo dei giallorossi che dal pubblico amico dovranno prendere la forza e la voglia di buttare in campo anche ciò che non hanno nella testa e nelle gambe.

La torcida giallorossa dal canto suo sembra aver capito il momento topico della stagione ed è pronta a dare in modo “compatto” il suo apporto alla squadra, che se è vero non è mai mancato, ma che senza ombra di dubbio può essere ancora più imponente e stimolante. Tutto procede quindi nel modo giusto, accompagnato anche da una condivisa serenità di chi sa che se non sarà a mille può anche mettere in conto di non potercela fare, ma che dalla prossima stagione sarà pronto a tentare nuovamente l’assalto alla zone d’èlite della classifica.

Da ieri sera tutto è praticamente già iniziato e per la seconda volta nella sua breve storia di B (secondo anno) i giallorossi saranno ai nastri di partenza dei play-off con la speranza che l’esito sia lo stesso di quello vissuto appena due anni fa, ma affinché questa speranza si tramuti in realtà c’è bisogno di tutti. La Strega e la sua gente sono pronti a dare battaglia fino alla fine…

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...