Il Day After di Palermo Benevento. Dalla Sicilia il Benevento che non ti aspetti…

Peccato, peccato, peccato. Al di la delle recriminazioni palermitane sul presunto calcio di rigore non concesso nei minuti finali che poteva anche starci, come allo stesso modo l’incerto Abbattista poteva semmai sorvolare sul mezzo fallo di capitan Maggio, la gara di ieri sera del Barbera ha avuto un solo vincitore morale: il Benevento di mister Bucchi. I giallorossi infatti in più momenti della gara hanno saputo ben imbrigliare la capolista (già è la capolista per chi lo avesse per un attimo dimenticato) che solo nei minuti finali, approfittando di un Benevento un po’ col fiatone è riuscita a rendersi pericolosa.

Per la restante parte di gara Maggio e compagni sin dal fischio iniziale e con il passare dei minuti sono sembrati ben più in palla dei dirimpettai rosanero, sfiorando in più di un’occasione la rete che probabilmente avrebbe permesso di portare a casa l’intera posta in palio. Un Benevento quello visto all’opera al Barbera che forse in pochi si aspettavano dopo un campionato all’insegna di diversi alti e bassi. Invece la squadra sannita ha mostrato sin da subito denti e muscoli agli avversari, riuscendo in un rinnovato spirito di squadra a sopperire nella seconda frazione a due infortuni di lusso come quelli occorsi a Viola e Letizia. Anzi proprio l’ingresso di Buonaiuto e Ricci nonostante un assetto a trazione anteriore ha messo ancora più in difficoltà la retroguardia rosanero.

Esame quindi superato dalla truppa di mister Bucchi che al primo appuntamento con una squadra di altissima classifica ha saputo mostrare, nonostante le tante, troppe assenze, di potersela quantomeno giocare.  La difesa a tre sebbene dia maggiore sicurezza come già abbiamo detto in passato avrebbe bisogno di almeno un elemento di maggiore affidamento e semmai più difensore di un Di Chiara che ieri quando si è passati a quattro ha dimostrato che sulla fascia sinistra se in palla può veramente fare dei solchi. Maggio e Letizia hanno poi perfettamente interpretato il ruolo di esterni nel modulo 3-5-2, risultando preziosi sia in fase propositiva che difensiva.

A centrocampo il Benevento ha vinto la sua gara con il trio Viola, Bandinelli e Tello che per forza e velocità hanno surclassato i forti avversari, tanto che anche con l’uscita di Viola i restanti due sono comunque riusciti a fare filtro e a far ripartire la squadra. E proprio la maggiore dinamicità dei giallorossi ha costretto gli avversari diverse volte al fallo sistematico che un direttore di gara più attento e fiscale avrebbe anche potuto sanzionare con qualche doppio giallo e quindi con la relativa espulsione (leggasi Jajalo)

In avanti purtroppo al Barbera il Benevento, per la prima volta a secco in questa stagione, ha dimostrato di avere le polveri bagnate. Coda si è trovato più volte al posto ed al momento giusto ma per imprecisione non ha praticamente mai trovato la porta. Discorso diverso per Asencio che nonostante il sacrificio e le botte prese ha più volte cincischiato con la palla tra i piedi vanificando il lavoro fatto dai compagni. Sicuramente un periodo non positivo per il giovane classe 1998 che resta comunque  un elemento importante ma che ovviamente deve ancora raggiungere una certa maturità calcistica.

Si torna quindi dalla Sicilia con qualche infortunato in più ma con la consapevolezza e la conferma che in questo campionato nulla può essere dato per scontato. Inutile dire e sottolineare che ora occorre dare continuità al pareggio di Palermo e se è vero che al Benevento piacciono le sfide toste, domenica prossima al Vigorito arriva il forte Verona che come i giallorossi ha avuto più di qualche problema in questa prima parte di stagione. Sarà una settimana intensa, intervallata martedì dalla gara di TIM Cup con il Cittadella che potrebbe, in caso di qualificazione, regalare una bella passerella a San Siro con l’Inter. Ma con tutto il rispetto per la Coppa nazionale al Benevento ed ai suoi tifosi (ieri presenti in gran numero al Barbera nonostante lontananza ed orario) interessa più la sfida di campionato con gli scaligeri per continuare… a sognare!!!

Alla prossima…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...