Brignoli alza il muro ed il Palermo espugna il Vigorito. Addio sogni di promozione diretta…

Il cuore oltre l’ostacolo. Probabilmente é stata questa l’indicazione di Bucchi in settimana. I suoi ragazzi hanno lottato su ogni pallone dando vita ad una delle piú belle prestazioni stagionali. Il calcio però è strano e allora il Palermo riesce a portare a casa i 3 punti con il minimo sforzo. Porta quella difesa da Brignoli che sembrava stregata fino al 90′ quando Asencio prova a riaprirla ma é troppo tardi. Il sogno promozione diretta a questo punto non é del tutto sfumato ma la strada si complica terribilmente. Davvero tante le occasioni pericolose dei padroni di casa e questo lascia ben sperare per il finale di campionato.

I TEMPO: La partita inizia con ritmi molto elevati. Al 12′ assist di Viola per Coda con la palla che supera Brignoli ma viene salvata da Alesami. Al 15′ é di nuovo l’asse Coda-Viola a mettere in difficoltà gli ospiti. L’attaccante va a botta sicura ma Brignoli risponde presente. Al 31′ é Ricci a cercare il jolly. Vede Brignoli fuori dai pali e prova la botta che finisce però sulla traversa. Al 42′ arriva la beffa per i giallorossi. Retroguardia non impeccabile con Antei che sbaglia l’anticipo e Nestorovski  punisce la Strega al primo pallone toccato nella gara..

II TEMPO: La ripresa inizia con la Strega sempre all’attacco. Il Palermo però argina bene gli attacchi giallorossi. Al 62′ punizione insidiosa di Coda ma Brignoli devia in angolo. Al 75′ ci prova Viola da fuori area  ma Brignoli si supera ancora una volta. Al 76′ Bucchi mischia le carte. Si passa al 4-4-2 con l’ingresso di Buonaiuto e Insigne sugli esterni. Al 79′ cross di Maggio per Buonaiuto che tira a colpo sicuro ma trova ancora Brignoli super che devia di piede. Al 81′ ancora una beffa. Ripartenza di Puscas che si lancia davanti Montipó e non sbaglia. Al 86′ ancora Maggio che prova e ancora Brignoli che fa l’ennesimo miracolo della serata, tenendo la palla ai limiti della fatidica linea bianca. All’ 89′ finalmente Asencio di testa trova il varco giusto, regalando cinque minuti di speranza che si interrompono al 95′ al triplice fischio di un ancora una volta discusso Ghersini.

TABELLINO: BENEVENTO – PALERMO 1-2

BENEVENTO (4-3-1-2): Montipó; Maggio, Caldirola, Antei, Improta; Del Pinto, Viola, Bandinelli; Ricci; Coda, Armenteros. A disp.: Gori, Letizia, Di Chiara, Tello, Tuia, Volta, Buonaiuto, Gyamfi, Insigne, Asencio, Crisetig, Vokic. All.: Bucchi

PALERMO (4-3-1-2): Brignoli; Salvi, Szyminski, Raikovic, Aleesami; Murawski, Jajalo, Haas; Falletti; Nestorowski, Moreo. A disp.: Pomini, Alastra, Rispoli, Accardi, Lo Faso, Trajkovski, Ingegneri, Fiordilino, Mazzotta, Puscas, Pirelli. All.: Stellone

Marcatori: 42′ Nestorowski (P); 81′ Puscas (P); 90′ Asencio (B)

Ammoniti: 53′ Haas (P); Jajalo (P); 66′ Caldirola (B); 73′ Bandinelli (B); 74′ Rajkovic (P) 77′ Salvi (B); 93′ Moreo (P)

Domenico Pietro Sorice

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...