Play-Off: Benevento in rimonta sbanca Cittadella, Insigne decisivo

Con un Benevento così sognare si può, ma nulla ancora è definito. La formazione di mister Bucchi mette in scena una prova generosa e di carattere. Annichilisce i padroni di casa e riesce a ribaltare una gara che sembrava stregata.  Il vantaggio del Cittadella arriva in maniera rocambolesca sugli sviluppi di un calcio di punizione. Bravo il Benevento a restare aggrappato alla partita e nel secondo tempo a sfruttare la superiorità numerica dovuta all’espulsione di Proia. La rimonta giallorossa porta le firme illustri di Insigne del bomber Massimo Coda. Benevento che nel ritorno non avrà a disposizione Armenteros che sul finale lascia in dieci i compagni per un inutile fallo da dietro. La Strega con questa vittoria mette una seria ipoteca sulla finale.
I TEMPO: Il calcio è strano si sa. È il Benevento a partire meglio ma in modo quasi rocambolesco è il Cittadella a assare in vantaggio. Due i pali colpiti da Coda nel giro di pochi minuti, anche se il primo in posizione di off-side. Il gol del Cittadella che sa tanto di beffa arriva al 10’. Proia dopo una corta respinta di maggio si trova al posto giusto al momento giusto e da due passi spara a botta sicura battendo Montipò. Prova a reagire la Strega con un tiro di Viola al 21′ su cui Paleari si deve superare. Al 40’ Bandinelli fa partire un cross teso: Volta cerca la deviazione ma Paleari è attento e blocca a terra.
II TEMPO: La ripresa inizia sulla falsa riga della prima frazione, giallorossi in pressione e Cittadella che cerca di tamponare gli attacchi giallorossi. Al 50’ la svolta della partita. Proia lascia in dieci i suoi compagni per un intervento pericoloso su Viola. Al 58’ Armenteros viene atterrato da due passi ma l’arbitro fischia un fuorigioco di partenza. Il Cittadella arretra sempre di più il baricentro. Al 72’ ripartenza del Cittadella che si conclude con un colpo di testa di Finotto dove Montipò è attento a mandare in corner. Al 76’ la Strega trova il pari. Clamoroso errore di Rizzo che mette Insigne davanti a Paleari che da due passi non sbaglia. Al minuto 84’ i giallorossi ipotecano la finale. Cross di Insigne dalla destra per la testa di Coda che non sbaglia e manda i suoi ad un passo dalla finale. Al minuto 88’ unica nota stonata della serata. Armenteros fa un fallo inutile a centrocampo e lascia in dieci i compagni. Sabato la Strega è chiamata a mettere la parola fine sul discorso finale.
TABELLINO: CITTADELLA – BENEVENTO 1-2
CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Frare, Adorni, Rizzo; Proia, Iori, Branca; Schenetti; Moncini, Finotto. A disp.: Maniero, Benedetti, Parodi, Siega, Camigliano, Panico, Drudi, Scappini, Pasa, Bussaglia, Cancellotti, Diaw. All.: Venturato
BENEVENTO (4-3-1-2): Montipò; Maggio, Volta, Caldirola, Letizia; Tello, Viola, Bandinelli; Ricci; Coda, Armenteros. A disp.: Gori, Del Pinto, Antei, Di Chiara, Tuia, Costa, Improta, Buonaiuto, Gyamfi, R. Insigne, Crisetig, Vokic. All.: Bucchi 
MARCATORI: 10’ Proia (C); 76’ Insigne (B); 83’ Coda (B)
Ammoniti: 6’ Proia (C); 60’ Tello (B); 78’ Buonaiuto (B)
Espulsi: 50’ Proia (C); 88’ Armenteros (B)
Domenico Pietro Sorice

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...