Vokic regala un sorriso ad Inzaghi. Il Benevento batte il Napoli nella prima amichevole stagionale

Prima uscita ufficiale per i giallorossi di Pippo Inzaghi che dopo solo sei giorni di preparazione nelle gambe hanno sfidato a Dimaro il Napoli di Carlo Ancelotti.  Diverse le assenze importanti nella formazione azzurra, ma pur sempre un undici di buona qualità, rappresentato da Verdi, Callejon, Maksimovic, Rog e Younes tanto per citarne qualcuno. Sull’altra sponda il Benevento, riparte praticamente dalla formazione che ha chiuso la stagione scorsa schierata però con il 4-4-2 con Gori tra i pali, difesa a quattro con Maggio, Volta, Antei, e Letizia. A centrocampo Letizia e Tello sugli esterni, coppia centrale Viola – Del Pinto. In avanti il duo Coda –  Armenteros.

Prima dell’inizio della gara il Presidente del Napoli Aurelio De Laurentis ha premiato il giallorosso Cristian Maggio con una maglia celebrativa della sue 308 presenze in azzurro, rammaricandosi con lo stesso per non esserci stato per lui l’ultimo giro di campo. Passando alla gara, al di la del risultato che in questo periodo lascia il tempo che trova, ma che sicuramente per il neo mister giallorosso è una buona iniezione di fiducia, diverse sono state le indicazioni positive soprattutto quelle emerse nella prima frazione, quando probabilmente la gara è stata più attendibile.

In sede di presentazione Pippo Inzaghi dichiarò che il suo Benevento sarà votato all’attacco ed effettivamente quel pressing portato quasi al limite dell’area avversaria fa presagire che la mentalità sarà quella di andare a prendere alti gli avversari. Non solo gli attaccanti a pressare ma a scalare tutta la squadra con il centrale Caldirola in diverse situazioni addirittura nella metà campo avversaria. Troppo spregiudicato? Poi questo lo vedremo nelle prossime settimane, ma di certo un qualcosa si è intravisto, come la immancabile geometria di Nicolas Viola e la freddezza sotto porta di Massimo Coda.

Note positive sicuramente, ma anche ovviamente qualcosa di negativo, come i troppi spazi concessi sulla sinistra da Letizia a Callejon e gli ormai proverbiali errori di Tello, sicuramente in difficoltà sulla sinistra. Nella ripresa i vari avvicendamenti hanno potuto far scorgere le buone prestazioni di Antei e Tuia che se fisicamente integri metteranno in sicuro imbarazzo mister Inzaghi. Bravo anche Vokic che al di la del bel goal che ha deciso la partita, ha confermato le sue enormi doti tecniche.

Insomma battere il Napoli non è che capiti tutti i giorni, anche se come dicevamo si tratta di calcio estivo, ma sicuramente una vittoria invece che semmai una goleada subita ti fa lavorare con maggiore serenità. Archiviata questa affermazione positiva, da domani si tornerà a lavorare nel ritiro di Pinzolo in attesa di qualche volto nuovo oltre all’ormai già virtualmente giallorosso Oliver Kragl che continua ad allenarsi a Benevento. Per la cronaca le reti sono state messe a segno da Callejon al 20′ per il Napoli e da Coda (35′) e Vokic (89′) per i giallorossi. Oltre ai tanti tifosi partenopei presenti a Dimaro anche diversi tifosi giallorossi con l’immancabile rappresentanza della Curva Sud Benevento, partita stamattina dal Sannio.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...