Giallorossi in laguna a caccia dei primi punti esterni

Si riparte, finalmente dopo due settimane di stop forzato il Benevento di mister Bucchi torna a respirare aria di campionato dopo il chiaro-scuro dell’esordio casalingo con il Lecce che ha mostrato una squadra double face, compassata e prevedibile per un’ora, aggressiva, determinata e concreta nell’ultima mezz’ora di gara.

In un campionato di serie B che ha avuto un inizio di stagione a dir poco catastrofico, tra decisioni improvvise di variazione del format da 22 a 19 squadre con i relativi ricorsi per i mancati ripescaggi, al rinvio di gare per terreno non idoneo, per non parlare della questione fidejussioni che ancora oggi lasciano strascichi giudiziari e tanti interrogativi, si cerca tra tante difficoltà di dare inizio alla terza giornata stagionale.

Terza giornata, ma seconda per i sanniti che dopo il turno di riposo, sono attesi domani sera in anticipo Rai, fischio d’inizio alle ore 21, dal Venezia di mister Vecchi. Una gara dalle mille insidie quella in laguna veneta dove la truppa di mister Bucchi si presenta con qualche assenza in difesa (Tuia e Costa) e più di un ballottaggio nell’undici titolare, aspetto questo che dovrebbe accrescere la competizione tra gli atleti in rosa.

Dall’altra parte un Venezia pronto a riscattare la brutta sconfitta patita nel derby di Padova che sembra aver pesato non poco sull’umore della truppa arancio-verde, dopo una partenza incoraggiante con la vittoria di misura contro lo Spezia, proprio sul terreno del civettuolo Pier Luigi Penzo (in foto), autentico campo trappola. Diversi i recuperi importanti per mister Vecchi come quelli di Marsura, Zigoni, Bruscagin, Zampano e Geijo, nulla da fare per l’attaccante Litteri alle prese con un problema al ginocchio.

Una partita che si prevede molto equilibrata con due filosofie tattiche letteralmente diverse, 3-5-2 per i padroni di casa, 4-3-3 per i giallorossi. Venezia sicuramente più muscolare, Benevento più forte sotto il profilo tecnico e con una panchina importante che se sfruttata a dovere, come con il Lecce, potrebbe dare una spinta importante a gara in corso. Manca ormai poco al fischio di inizio e sicuramente i presenti al Penzo potranno assistere ad una gara molto interessante.

Il Benevento potrebbe schierarsi così: Puggioni tra i pali atteso al riscatto dopo la prova opaca col Lecce. Maggio, Volta, Billong e Di Chiara dovrebbero formare il quartetto difensivo con Letizia pronto eventualmente anche a partire dal primo minuto in luogo di Di Chiara. A centrocampo Viola e Tello dovrebbero essere affiancati da Bandinelli, viste le precarie condizioni fisiche di Nocerino che comunque sarà della gara. In avanti il tridente dovrebbe essere formato da Ricci, Coda e Improta con Buoniuto e Asencio pronti a subentrare a gara in corso.

Questa invece la probabile formazione del Venezia: (3-5-2) Lezzerini; Andelkovic, Modolo, Domizzi; Buscagin, Falzerano, Bentivoglio, Pinato, Garofalo; Geijo, Citro. All. Vecchi.

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...