Coda risponde a Mancosu, a Lecce termina in parità

Il Benevento torna a casa dalla prima trasferta dell’anno con un punto. La formazione di mister Bucchi soffre gli attacchi del Lecce ma riesce comunque a sfruttare l’occasione d’oro che regala l’ex Lucioni. Un punto che tutto sommato fa ben sperare perché conquistato su un campo ostico e contro una squadra che senza dubbio dirà la sua per la lotta alla promozione diretta. Per il Lecce esame superato, riesce a mettere in difficoltà una squadra attrezzata come quella sannita e accorcia le distanze sul Palermo, ieri sconfitto in casa dalla Salernitana. Per i sanniti è il secondo pareggio consecutivo che li porta a quota 30 punti in classifica. Adesso due settimane di pausa dove l’attenzione passa al mercato. La gara di oggi ha evidenziato che i giallorossi hanno bisogno di innesti, specie a centrocampo.

I TEMPO: E’ il Lecce a partire con il piede giusto. Dopo soli 120 secondi dal fischio d’inizio La Mantia ha l’occasione per portare  in vantaggio i suoi ma Montipò d’istinto salva la Strega. Al minuto 8’ Falco lancia Mancosu ma i doppi ex non impensieriscono la retroguardia giallorossa. Dopo un avvio sottotono il Benevento prova a rendersi pericoloso ma è sempre il Lecce ad avere il pallino del gioco. Al 16′ lancio dalla destra per Scavone che ci prova di testa ma Montipò risponde presente. Al minuto 42’ ci prova Coda con una botta potente dal limite ma Vigorito è attento e devia in angolo. Finisce con il risultato ad occhiali la prima frazione di gioco.

II TEMPO: Anche la seconda frazione di gioco inizia sulla falsa riga della prima. E’ sempre il Lecce a fare la partita con il Benevento che si limita a chiudere gli spazi. Al minuto 53’ Calderoni serve Mancosu che però calcia a lato. L’ex casertana però si rifà qualche minuto più tardi quando al 62’ sfrutta una disattenzione di Di Chiara e non perdona Montipò con un diagonale chirurgico. Quando la formazione salentina iniziava a sentire i tre punti in tasca Insigne sfrutta un errore di Lucioni e spedisce Coda davanti il portiere, L’ex Salernitana  non sbaglia. Da adesso in poi prevale l’equilibrio. Per entrambe si fanno sentire i venti giorni di stop. Leggermente più in palla la Strega ma non basta per portare l’intera posta in palio a casa.

TABELLINO: LECCE – BENEVENTO 1-1

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Lucioni, Bovo, Calderoni; Scavone, Petriccione, Tachtsidis; Mancosu; Falco, La Mantia. A disp.: Bleve, Riccardi, Cosenza, Arrigoni, Lepore, Haye, Palombi, Marino, Meccariello, Pettinari, Tabanelli, Venuti, All.: Liverani

BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Del Pinto, Bandinelli, Improta; Coda, Insigne. A disp.: Gori, Zagari, Tuia, Costa, Gyamfi, Goddard, Cuccurullo, Buonaiuto, Ricci, Asencio, Sanogo, Armenteros. All.: Bucchi

AMMONITI: 10’ Volta (B); 20’ Tello (B); 53’ Del Pinto (B): 63’ Mancosu (L): 80’ Fiamozzi (L);

MARCATORI: 62’ Mancosu (B); 71’ Coda (B)

Domenico Pietro Sorice

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...