Benevento – Cittadella, proviamo ad abbozzare le formazioni

Mancano ormai poche ore all’esordio casalingo dei giallorossi di mister Inzaghi, reduci dal pareggio di Pisa. Un punto nel match dell’Arena Garibaldi ottenuto grazie alla prodezza di Montipò che dopo le tante critiche piovute sul suo conto dallo scorso mese di maggio, si è preso una bella ed importante rivincita personale parando al 94′ il calcio di rigore calciato da Marconi. Dal giorno dopo la gara in terra toscana il Benevento ha proiettato le sue attenzioni al match contro i veneti del Cittadella, aprendo così la nuova stagione al Vigorito proprio con la squadra con cui aveva chiuso in modo catastrofico lo scorso campionato.

Una gara sempre ostica quella con i ragazzi di Venturato, anche quando i giallorossi hanno portato a casa l’intera posta in palio, così come dichiarato giovedì da Nicolas Viola nella conferenza pre gara, dove da questa settimana non ascolteremo più le parole del mister ma bensì quelle dei calciatori, scelta societaria sinceramente che ci lascia un tantino perplessi, ma guardiamo avanti e proviamo a capire come Benevento e Cittadella si affronteranno in campo sabato alle ore 18.

Partiamo proprio dai veneti che arriveranno nel Sannio con diverse assenze importanti come Frare, Rizzo e Vita e con qualche giocatore non al top, ma che potranno comunque schierare una formazione di tutto rispetto. Il modulo sarà sempre il 4-3-1-2 e potrebbe avere questi interpreti: Paleari in porta, nonostante le insistenti sirene provenienti da Torino; in difesa da destra a sinistra troveranno spazio Ghirindelli, Adorni (a cui il Benevento sembra aver strizzato l’occhio) Drudi e Benedetti. A centrocampo a dar man forte a capitan Iori dovrebbero esserci ai suoi fianchi Proia e Branca. I due attaccanti saranno Diaw e Celar, supportati alle spalle in veste di rifinitore dal biondo Panico.

Discorso più articolato in casa giallorossa, dove oltre alle mancate indicazioni di mister Inzaghi alla vigilia della gara, non sembra sia stata una settimana facile soprattutto per quanto riguarda il reparto difensivo. Ed è proprio li che ci potrebbe essere una o più novità rispetto alla scorsa settimana. Il modulo sarà, nonostante le critiche piovute nelle ultime settimane, ancora il 4-4-2 con Montipò a difendere la porta giallorossa. Una delle novità nel pacchetto arretrato potrebbe essere la presenza di Antei al posto di Volta che in settimana ha avuto qualche problemino fisico, anche se dovrebbe essere pienamente recuperato. Il secondo avvicendamento riguarda Gyamfi che potrebbe cedere la fascia destra a capitan Maggio, tenuto fuori a Pisa per scelta tecnica. In mezzo al campo Inzaghi si affiderà nuovamente alla coppia Viola – Schiattarella, mentre sugli esterni c’è più di un ballottaggio per sole due maglie. Se teniamo conto che si giocherà al Vigorito, probabilmente si proverà a schierare una formazione più offensiva semmai con Insigne e Improta, mentre se si penserà a trovare un equilibrio maggiore con calciatori meno offensivi, ma più “operai”, tornano in ballo Tello e lo stesso Kragl, anche se la condizione fisica del tedesco non ci sembrano ancora al top. Non dovrebbe rientrare nei ballottaggi Vokic, nonostante il calciatore sloveno sia apparso molto in palla nell’allenamento a porte aperte di mercoledì. Coppia d’attacco dovrebbe essere riconfermata quella composta da Coda e Sau, con Armenteros pronto a subentrare in caso di necessità.

Domani alle 18,00 capiremo se le nostre sensazioni siano state giuste…

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...