Il Benevento non fa sconti al Venezia. Coda e Caldirola fanno scappare la Strega

Questo Benevento non si ferma più. Nel pomeriggio in cui frenano Crotone e Empoli la Strega mette definitivamente la quinta e inizia a scappare via. Un Benevento solido e continuo quello visto anche quest’oggi a Venezia che nella settimana del Black-Friday non fa sconti a nessuno. Sanniti che hanno saputo soffrire ma anche colpire al momento giusto. È finalmente Coda ad aprire le danze con una rete “alla Inzaghi”. Ci pensa invece Caldirola a mettere la parola fine sulla gara. Mister Inzaghi che vince la sua partita del cuore.

I TEMPO: Il match inizia con ritmi sostenuti. Entrambe le squadre cercano il giusto varco. Al minuto 6’ i padroni di casa sono pericolosi: Aramu trova in area Bocalon che però non riesce ad impattare in modo corretto. Al minuto 16’ è ancora Aramu che ci prova con un cross insidioso ma Montipò smanaccia. Al minuto 19’ è il Benevento a sfiorare il vantaggio. Sugli sviluppi di un corner Maggio da due passi cerca la conclusione vincente ma il suo tiro sorvola la traversa. Al minuto 29’ arriva puntuale la rete del vantaggio sannita. Coda raccoglie un pallone in area, si gira e la insacca di precisione. Due minuti più tardi ci prova anche Kragl sfruttando un’uscita di Lezzerini ma la palla esce di poco. Al minuto 39’ la Strega sfiora il doppio vantaggio. Sugli sviluppi di un corner Antei devia verso la porta ma l’estremo difensore veneto d’istinto compie un vero miracolo. La prima frazione finisce 0-1.

II TEMPO: La ripresa comincia con il Benevento ancora all’attacco. Al 50’ ci prova Coda ma guadagna solo un corner. Per il 2-0 bisogna solo attendere il 65’. Kragl su calcio piazzato serve Caldirola che di testa nel cuore dell’area veneta insacca. Al minuto 73’ Coda non riesce a trovare la seconda rete personale, a tu per tu con Lezzerini tenta un dribbling ma l’estremo difensore è attento. Il Venezia tenta il tutto per tutto ma il Benevento si difende con ordine e addirittura al minuto 80 sfiora la terza rete con Improta spara su Lezzerini. Al minuto 86’ Montipò si supera. Di Mariano trova un pericoloso colpo di testa ma l’estremo difensore sannita devia in angolo con una parata d’istinto. Dopo 4 minuti di recupero la Strega porta a casa tre punti fondamentali per continuare a sognare.

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Fiodaliso, Modolo, Casale, Ceccaroni; Zuculini, Fiordilino, Suciu; Aramu; Bocalon, Capello. A disp.: Bertinato, Pomini, Senesi, Montalto, Gaviou, Zigoni, Di Mariano, Maleh, Lollo, Lakicevic. All.: Dionisi
BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Antei, Caldirola, Letizia; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Kragl, Sau; Coda. A disp.: Manfredini, Gori, Del Pinto, Tello, Tuia, Improta, Basit, Gyamfi, Insigne, Di Serio, Vokic. All.: Inzaghi

MARCATORI: 29’ Coda (B); 65’ Caldirola (B)

AMMONITI: 43’ Zuculini (V); 45’ Hetemaj (B); 59’ Kragl (B); 90’ Antei (B)

Domenico Pietro Sorice

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...