Viola di rigore, Frosinone ko. La Strega vola…

“Ormai non ci prendono più”. Queste le parole che esclamò Pertini ai mondiali dell’82. Parole che, siamo sicuri, torneranno nella mente dei tifosi giallorossi. Una vittoria che vale molto più dei tre punti. Questo pomeriggio i ragazzi di mister Inzaghi hanno dimostrato di essere animali da prestazione con grinta, cattiveria e dedizione da vendere. La Strega è riuscita a sbloccare il match con Viola dagli 11 metri (in foto). Dopodiché si è difesa con il coltello tra i denti e minuto dopo minuto ha portato a casa l’ennesima vittoria  stagionale, staccando il Frosinone (terzo in classifica) di ben 14 punti.

I TEMPO: Entrambe le squadre iniziano la gara a ritmi abbastanza sostenuti. Al 3’ Bardi già si deve superare per deviare in angolo il colpo di testa insidioso di Coda su cross preciso di un ringiovanito Maggio. La Strega chiama il Frosinone risponde. All’8’ ci prova Dionisi dalla distanza, ma la palla esce di poco a lato. Al minuto 21 il Benevento si porta in vantaggio su calcio di rigore. Viola dagli 11 metri beffa Bardi per ben due volte. Al 35 sono ancora i giallorossi a sfiorare la rete con Kragl che con il suo solito mancino lancia partire un missile che sfiora il palo. Al 41’ ci prova Sau che supera gli avversari come birilli ma non riesce a trovare la porta. La prima frazione termina 1-0 dopo un mini black-out all’impianto di illuminazione.

II TEMPO: Nella ripresa è il Frosinone a partire meglio. Al 49’ Zampano da buona posizione va al tiro ma Viola si immola e sventa la minaccia. Al 53’ sono ancora gli ospiti a sfiorare il pareggio, Paganini favorito da uno svarione di Letizia, da buona posizione non trova la porta. Al 57’ ci prova la Strega con un colpo di testa di Antei che sorvola di poco la traversa. I ritmi si abbassano e il gioco ne risente. Al 77’ cambio anche per l’arbitro; problema fisico per Marinelli di Tivoli che non riesce a proseguire. A sette dal termine il Benevento spreca il match point. Viola prova la botta e la palla dopo aver centrato il palo finisce sui piedi di Coda che da due passi spara alto. Dopo 8 minuti di recupero la Strega porta a casa un’altra vittoria…probabilmente la più importante in questo momento del campionato. Chapeau Benevento.

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Antei, Caldirola, Letizia; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Kragl, Sau; Coda. A disp.: Manfredini, Gori, Del Pinto, Tello, Tuia, Volta, Improta, Basit, Gyamfi, Insigne, Vokic, Armenteros. All.: Inzaghi

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Zampano, Gori, Maiello, Paganini, Beghetto; Dionisi, Novakovich. A disp.: Iacobucci, Bastianello, Citro, Haas, Salvi, Matarese, Tribuzzi, Vitale, Szyminski, Ciano, Trotta, Krajnc. All.: Nesta

MARCATORI: 21’ Viola (r)

AMMONITI: 33’ Gori (F); 55’ Zampano (F); 56’ Paganini (F); 83’ Brighenti (F); 84’ Haas (F); 98’ Capuano (F)

Domenico Pietro Sorice

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...