Sau manda il Benevento in Paradiso. Battuta la J. Stabia nonostante l’inferiorità numerica

Apri gli occhi. Apri gli occhi tifoso della Strega. Intorno a te c’è di nuovo il Paradiso. Le cose che conosci, che ti sono familiari. Apri gli occhi e mettiti comodo in poltrona. Alza il volume. Forse non andrà come prima. Ma apri gli occhi. Magari scopri che così ad occhi aperti, si può ricominciare a sognare. Dall’alba di Pisa al tramonto di questa sera. Una stagione da 10 in pagella. Miglior difesa d’Europa, record macinati e tanti altri ancora da battere. Stasera ennesima prestazione superlativa. Con un uomo in meno per oltre 60 minuti ci pensa Sau a portare a casa i tre punti. La Strega è di nuovo in paradiso.

I TEMPO: Il Benevento scende in campo con la consapevolezza che può essere un appuntamento con la storia. La prima conclusione è di Improta al minuto 9 ma il suo tiro non crea pericoli alla Juve Stabia. Un minuto dopo rispondono gli ospiti con Cannotto ma Montipò respinge con sicurezza. Al minuto 16’ Il Benevento ha un match point anticipato: Hetemaj serve Moncini che fa partire un siluro, Provedel respinge. Sulla ribattuta c’è Del Pinto che però guadagna solo un corner. Al 24’ prima svolta del match: Caldirola lascia i compagni in 10 per qualche parolina di troppo ad un fiscalissimo direttore di gara. La Juve Stabia allora prende coraggio e al 33’ è ancora Montipò che salva il risultato con un intervento felino. Al 40’ ancora gli ospiti pericolosi con Calò che serve Forte che non trova la via del gol. La prima frazione termina 0-0.

II TEMPO: La ripresa inizia con ritmi blandi. La Juve Stabia prova a fare la voce grossa ma il Benevento si difende con ordine. Al 63’ Forte ci prova con un colpo di testa insidioso che sorvola di poco sopra la traversa. Al minuto 71’ svolta del match. Sau in area fa ballare la difesa ospite e mette il sigillo sulla promozione. La Juve Stabia prova a reagire ma gli spazi sono pochi. Al minuto 87’ finiscono gli aggettivi per la stagione di Montipò: ancora un miracolo questa volta su Fazio che era andato a botta sicura. Dopo cinque di recupero, gioco, partita, incontro. Il Benevento è in serie A!

BENEVENTO (4-3-3): Montipò; Maggio, Volta, Caldirola, Letizia; Hetemaj, Schiattarella, Del Pinto; Insigne, Moncini, Improta. A disp.: Manfredini, Gori, Rillo, Kragl, Tello, Coda, Tuia, Basit, Gyamfi, Di Serio, Sau, Barba. All.: Inzaghi

JUVE STABIA (4-2-3-1): Provedel; Vitiello, Tonucci, Fazio, Mallamo; Calvano, Calò; Elia, Di Mariano, Canotto; Forte. A disp.: Russo, Allievi, Melara, Rossi, Di Gennaro, Bifulco, Izco, Addae, Troest, Mastalli, Mezavilla, Della Pietra. All.: Caserta

MARCATORI: 71’ Sau (B)

AMMONITI: 23’ Insigne (B); 49’ Volta (B); 64’ Tonucci (J); 76’ Elia (J)

ESPULSI: 24’ Caldirola (B)

Domenico Pietro Sorice

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...