Benevento: all’esordio ancora la Sampdoria. Il punto sui giallorossi…

Manca qualche ora ormai all’atteso esordio dei giallorossi di mister Inzaghi nel massimo campionato nazionale, complice anche il rinvio chiesto dall’Inter per la prima giornata che avrebbe costretto il Benevento ad un esordio ai limiti dell’impossibile con i nerazzurri di Conte. E quindi proprio come tre anni fa, era il 20 agosto 2017, a battezzare i sanniti sarà ancora una volta la Sampdoria, guidata in panca dall’esperto Ranieri.

Il Benevento si affaccia per la seconda volta nella sua novantennale storia nel campionato di serie A, ma nonostante il breve lasso di tempo dall’esordio in assoluto, oggi è una squadra sicuramente più adeguata alla categoria di quella che scese in campo a Marassi guidata in panchina da mister Baroni. L’esperienza del traumatico inizio di campionato del 2017 è stata ben recepita dallo staff tecnico e dalla società di Via Santa Colomba che in questa stagione, comunque anomala per tempi e protocolli anti-Covid, partendo da una buona intelaiatura di base che ha letteralmente strapazzato lo scorso ma sempre difficile campionato cadetto, ha cercato di immettere esperienza da A, fisicità e gamba.

Facendo un passo indietro appare evidente la differenza qualitativa dei primi acquisti maturati nell’estate di tre anni fa e quelli messi a segno nelle scorse settimane dal giovane DS Pasquale  Foggia. Sia chiara una cosa però, si è sulla strada buona, ma guai a pensare che la salvezza sia solo una formalità. Seppur vero appare che gli acquisti di Glik, Ionita, Dabo, Lapadula, Caprari e Foulon abbiano rinforzato un organico già importante è altrettanto vero che la concorrenza per la permanenza in A appare forte e spietata.

Qualcosa quindi andrà fatta nei prossimi giorni di mercato e le prossime tre gare in una settimana daranno sicuramente indicazioni in tal senso. Sciolto il nodo cessioni, ancora bloccate, il Benevento dovrà intervenire in particolare sugli esterni di difesa, sul centrocampo immettendo un po’ di qualità ed in avanti, puntando semmai su qualche attaccante esperto d’area di rigore, al netto dell’ingaggio di Iago Falque che appare ormai in dirittura d’arrivo.

Questi potrebbero essere secondo il nostro parere i prossimi obiettivi di mercato, ma intanto tra qualche ora si scenderà in campo contro la Sampdoria ed il Benevento non si presenterà affatto come vittima sacrificale, anzi… Come dicevamo a differenza di tre anni fa questa squadra appare sicuramente più idonea alla serie A. All’epoca, troppi gli esordienti nella massima serie e per il resto poca esperienza da serie A. Andando più nel dettaglio già la difesa appare sicuramente di un altro livello, iniziando dall’estremo difensore Montipò ai due centrali Glik e Caldirola.

A centrocampo il Benevento appare sicuramente più propenso al contenimento che alla costruzione e questo probabilmente in una gara in campo esterno non è un male. Anche in avanti qualche differenza in positivo sulla carta c’è, ma qualcosa di importante va fatta e anche subito, perchè perdere terreno in questa prima fase della stagione potrebbe rivelarsi determinante. In panchina c’è inoltre un Inzaghi scalpitante, pronto a far ricredere i suoi denigratori ai tempi del Bologna. La squadra a suo dire è pronta per questo esordio in campionato. L’unica pecca di questo esordio sarà purtroppo l’assenza dei tifosi  giallorossi sugli spalti di Marassi, quei tifosi che tre anni fa uscirono tra gli applausi dei supporters blucerchiati e che invece saranno costretti a soffrire dinanzi alla tv.

Passano i minuti, l’ansia cresce, ma si è nu suonn a serie A…nun ce scetat !!!

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...