Benevento troppo “amichevole”, l’Inter passeggia.

Qualche anno fa nessuno avrebbe nemmeno immaginato di poter ospitare campioni di questo calibro nella nostra città. Oggi la formazione di mister Inzaghi perde pagando diversi errori individuali nonostante l’atteggiamento in alcuni frangenti è  stato positivo. Un Benevento che non ha avuto paura di aggredire i finalisti dell’ultima Europa League anche dopo la doccia fredda del gol di Lukaku dopo una manciata di secondi. Molte squadre si sarebbero buttate giù ma Pippo Inzaghi non ha permesso cali di tensione nemmeno a pratica già archiviata. Inter che vince 5 a 2 ma il Benevento ha dato l’impressione di poter dare di più di quel che si è visto.

I TEMPO: Nemmeno il tempo di battere il calcio d’inizio che i nerazzurri passano già in vantaggio. Lancio millimetrico di Kolarov per Hakimi che serve un assist preciso per Lukaku. Pippo Inzaghi nonostante la doccia fredda cerca di motivare i suoi e il Benevento reagisce con una pressione che regala ad Insigne l’occasione del pareggio ma la sua conclusione non trova la porta. Al minuto 25′ però arriva un’altra mazzata per la Strega: Young trova Gagliardini al limite dell’area. L’ex Atalanta fa partire un missile verso lo specchio dove sul suo palo Montipò sfiora soltanto. L’Inter non si ferma e al minuto 29′ c’è il tris. Montipò commette la stessa ingenuità di Genova e regala la palla a Gagliardini che serve l’assist per la doppietta di Lukaku. Il Benevento però non ci sta e al minuto 34′ prova a darsi una speranza: errore di Handanovic che fa un assist a Caprari che sigla la sua prima rete in giallorosso. Al 42′ però è ancora l’Inter a trovare la via del gol. Letizia controlla male un cross di Young e Hakimi lo beffa. La prima frazione termina 1-4.

II TEMPO: Nella ripresa Mister Inzaghi ridisegna la squadra con un 5-3-2 per dare più equilibrio. Al minuto 49′ i padroni di casa hanno una grande occasione con Moncini che si lancia verso la porta di Handanovic ma il palo impedisce la rete. L’Inter amministra con tranquillità la partita e al 70′ Gagliardini cerca la doppietta ma la conclusione si spegne sulla traversa. La quinta rete però arriva solo 60 secondi più tardi. Sanchez serve l’assist per Lautaro che fa partire un missile che buca Montipò. La Strega però non si butta giù e al 76′ trova il secondo gol con Caprari che con un rigore in movimento beffa Handanovic. Al 78′ Perisic si divora un gol già fatto. Hakimi lo serve in area e tutto solo davanti il portiere non trova nemmeno lo specchio. All’ 84′ Lapadula si lascia ipnotizzare da Handanovic su una bella ripartenza. Al minuto 89′ Eriksen prende una clamorosa traversa con un tiro insidioso dal limite dell’area. Il match termina 5 a 2 per i nerazzurri.

TABELLINO: BENEVENTO – INTER 2-5

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Glik, Caldirola, Barba; Ionita, Schiattarella, Dabo; Insigne, Caprari; Moncini. A disp.: Manfredini, Gori, Letizia, Del Pinto, Lapadula, Tuia, Improta, Foulon, Di Serio, Sau, Iago Falque, Hetemaj. All.: Inzaghi 

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Kolarov; Hakimi, Gagliardini, Vidal, Young; Sensi; Lukaku, Sanchez. A disp.: Padelli, Radu, Lautaro Martinez, Ranocchia, Perisic, Barella, Erkisen, Dalbert, D’Ambrosio, Brozovic, Bastoni, Pinamonti. All.: Conte

MARCATORI: 1′ Lukaku (I); 25′ Gagliardini (I); 28′ Lukaku (I); 34′ Caprari (B); 42′ Hakimi (I); 71′ Martinez (I); 76′ Caprari (B)

AMMONITI: 73′ Schiattarella (B)

Domenico Pietro Sorice

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...