Caserta: a Genova ci giocheremo le nostre carte. Le scelte di formazione non dipendono dal mercato

Chiuso il ritiro di Cascia si inizia a fare sul serio e a circa una settimana dalla prima di campionato il Benevento di mister Caserta esordirà in Coppa Italia lunedì pomeriggio al Marassi contro una big del prossimo torneo cadetto, il Genoa. A parlare del match e non solo, è proprio l’allenatore dei giallorossi confermato sulla panchina sannita dopo aver raggiunto i play-off nella scorsa stagione. Questi agli argomenti toccati in conferenza stampa alla presenza di un buon numero di giornalisti: 

” E’ un piacere fare la conferenza dal vivo ed è più facile  anche per me confrontarmi. La squadra ha fatto un grande ritiro pre-campionato anche se abbiamo avuto qualche difficoltà nelle prime uscite. In questa settimana abbiamo abbassato i carichi di lavoro per essere più brillanti e per fare una grande partita, perchè la mia squadra ha molte buone qualità” 

” Il mercato: sono valutazioni della società, io voglio gente motivata che ha voglia di restare qui anche se Barba e Ionita nonostante le voci di mercato si sono allenati bene, è chiaro che io poi farò delle valutazioni. Questa partita di Coppa, la prima ufficiale le valutazioni contano fino ad un certo punto. Partiamo dalla base dello scorso anno con la difesa a 4, poi il centrocampo può cambiare passando anche a due, dipende poi dalle gare di campionato. La rosa mi permette anche di  giocare con una difesa a tre ma sono cose da valutare nel corso delle settimane. Noi ci dobbiamo adattare anche alle caratteristiche dei nostri giocatori e degli avversari.”

” Ho quasi in testa la formazione per lunedì, dietro potrebbero iniziare Glik e Pastina, ma è una considerazione che farò domani.  Sicuramente l’assenza di Glik per i mondiali andrà considerata dalla società e vediamo nei prossimi giorni di mercato se ci sarà da intervenire. Sono gli altri che danno i favoriti, il Benevento ha sempre fatto campionati importanti e vogliamo partire bene. Abbiamo perso elementi importanti ma faremo di tutto per fare bene in questo campionato. Improta può giocare su entrambi i lati in relazione alla gara e al modulo. La Gumina ha caratteristiche diverse da Forte, attacca più la profondità.” 

“Il terzo attaccante per adesso è Thiam, stiamo valutando anche Talia nel ruolo di vice Viviani poi vedremo. La Gumina lo posso anche valutare come esterno nel 4-3-3 vedrò nel corso degli allenamenti. Lunedì mi aspetto di vedere una squadra che ha voglia di fare partita e di fare le giocate provate e che sia consapevole della propria forza. Vokic è arrivato un altro tipo di calciatore più motivato e si adatta bene come esterno nel 4-3-3. Mi ha sorpreso la sua voglia e lo tengo molto in considerazione ma deve capire che deve cambiare in atteggiamento.”

” Io ho capito che qui a Benevento la gente vuole vedere una squadra unita che lotta e noi dobbiamo essere bravi a fare questo sul campo e questo chiederò alla squadra. Tutti posso essere sul mercato se arriva un’offerta importante, io non sono preoccupato perchè ho una rosa importante, poi se andranno via sarà valutato il da farsi dalla società. Se non giocheranno Barba e Ionita dall’inizio è anche perchè voglio valutare anche gli altri, io non guardo il mercato.”

” Sceglierò anche in base di come stanno i ragazzi per lunedì, poi le gerarchie cambiano, io sono ambizioso come la società e non è detto che se parti in sordina non puoi arrivare in alto. In questo momento penso alla gara di Coppa Ialia e metterò la migliore formazione, poi si vedrà per il campionato. Farias: conosciamo le sue qualità ha sofferto molto lo scorso anno per inattività e questo lo ha condizionato. Ha fatto un buonissimo ritiro e se sta bene ci può dare molto in relazione alle proprie qualità. Il terreno di gioco del Marassi non sta benissimo e dobbiamo tenere conto anche di questo per la gara di lunedì. Lo scorso anno abbiamo avuto alti e bassi anche prevedibili, abbiamo perso calciatori per il Covid in momenti importanti della stagione. Le ultime tre partite quando abbiamo perso l’obiettivo la squadra ha sofferto ma non per mancanza di personalità ma perchè secondo me non abbiamo avuto l’esperienza giusta per superare i momenti di difficoltà. Se perderemo calciatori importanti dobbiamo essere bravi a sopperire  a queste assenze. “

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...